Reach, stretta sul piombo nelle munizioni

Reach, stretta sul piombo nelle munizioni

di: Vicenzo Morena
Dal 15 febbraio 2023 stop all’utilizzo di munizioni in piombo all’interno o in prossimità di zone umide. La novità è stabilita dal regolamento (UE) n. 2021/57, che a tal fine integra la voce “63” relativa al piombo di cui all’allegato XVII del regolamento (CE) n. 1907/2006 (“Reach”).

L’Esecutivo Ue risponde, così, alle preoccupazioni sui rischi che l’utilizzo di piombo nelle munizioni per le attività di tiro in zone umide comporta per gli uccelli acquatici, che ingeriscono le munizioni al piombo sparate, con conseguenti effetti tossicologici, anche letali.

Il provvedimento normativo specifica che le disposizioni entreranno in vigore a partire dal 15 febbraio 2024 per gli Stati membri le cui zone umide superano il 20% del totale del territorio nazionale e desiderano proporre un divieto totale di utilizzo e di immissione sul mercato dei pallini di piombo.

Da segnalare, infine, che la Commissione ha chiesto all’ECHA (Agenzia Chimica Europea) di preparare un fascicolo in vista di una possibile restrizione riguardo all’immissione sul mercato e all’utilizzo del piombo nelle munizioni e nell’attrezzatura da pesca.