Classificazione dei rifiuti: le nuove Linee Guida governative
WEBINAR

Classificazione dei rifiuti: le nuove Linee Guida governative

venerdì22 ottobre  2021 -  09:30 - 13:00

evento chiuso

Informazioni sul corso

Questo corso ha raggiunto il numero massimo di iscritti.
Per chi volesse partecipare
 è stata aggiunta una nuova data il 25/10/2021, 14.30-18.00
ISCRIVITI ORA

Sulla Gazzetta Ufficiale n.200 del 21/08/2021 è stato pubblicato il Comunicato del Ministero della transizione ecologica secondo il quale il MiTE, con Decreto Direttoriale n. 47 del 9 agosto 2021 ha approvato le linee guida sulla classificazione dei rifiuti di cui alla delibera del Consiglio del sistema nazionale per la protezione dell'ambiente del 18 maggio 2021, in attuazione dell'art.184, comma 5, del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

Il documento, che consta di più di 170 pagine, contiene sia indicazioni di tipo tecnico che giuridico ed è molto articolato e complesso, e merita senza dubbio diversi approfondimenti.
Tanto per cominciare ha preso una posizione esplicita, confortati anche dalla fondamentale decisione della Corte di Giustizia Europea del 28 marzo 2019, in merito alla dura diatriba scaturita da un certo orientamento della Corte di Cassazione Italiana, relativa alle modalità di ricerca dei contaminanti.

Per illustrare a fondo le novità introdotte e quanto impattino soprattutto sulle procedure delle Aziende produttrici di rifiuti abbiamo invitato a parlarne in un webinar, due massimi esperti di area legale e tecnica.

DOCENTI: 

DANIELE ZANIOLO - Avvocato penalista (esercita prevalentemente in materia di diritto penale dell’impresa, con particolare riguardo alla responsabilità colposa infortunistica, ambientale e professionale, alla responsabilità amministrativa degli enti collettivi (D.Lgs 231/01), ed è stato membro di diversi OdV ex D.Lgs 231/01. Collabora con diverse riviste giuridiche ed è autore di libri in materia di diritto penale)

PAOLO VACCANEO - Consulente e Auditor di parte terza, per il settore rifiuti industriali. Verificatore delle attività di gestione dei rifiuti nel settore manifatturiero per la gestione rifiuti speciali; Formatore per l'applicazione della normativa di classificazione rifiuti per A.R.P.A. Friuli Venezia Giulia, Brescia e Campania; Esperto di applicativi per la gestione dei rifiuti, infatti è statogià delegato del Gruppo Ambiente di Assosoftware – Confindustria SIT ai tavoli tecnici del Sistri)

ARGOMENTI:

  • Quali sono le novità per la classificazione dei rifiuti
  • L'importanza della classificazione dei rifiuti: chi come e quando. Conseguenza pratiche e giudiziarie
  • La nuova Guida è vincolante o discrezionale?
  • Il rapporto con le regole europee. Che fare in caso di contrasto?
  • Le fasi della classificazione e la necessità della loro documentazione.
  • Le maggiori novità: la Relazione tecnica di caratterizzazione e il Giudizio di classificazione
  • I principi della certezza e della ragionevolezza come criteri di classificazione e le scelte delle Linee Guida. la fine della diatriba?
  • Coordinamento con i principi generali in materia di gestione rifiuti:qualche criticità
  • Linee Guida e principio di precauzione
  • Classificazioni errate e conseguenze Giudiziarie
  • Le ricadute sui modelli organizzativi ex. D.Lgs. 231/01: cosa fare adesso?

 

Crediti formativi per R.S.P.P./A.S.P.P. - tutti i macrosettori ateco 2007 e i nuovi settori produttivi SP1, SP2, SP3 e SP4 - Ai sensi dell'art 32 comma 6 del D.lgs. n. 81/08 e s.m.i. e dell'Accordo Stato-Regioni, repertorio atti n. 128/CSR, del 7.7.2016. 

ATTENZIONE: i crediti vanno richiesti al momento del perfezionamento dell'iscrizione, attraverso l'apposito form per la raccolta dei dati personali

Strumento utilizzato: Gotomeeting

non è necessario installare nulla, è sufficiente avere una connessione internet e altoparlanti collegati al pc per l'ascolto. Si potrà intervenire sottoponendo domande al docente solo in forma scritta.

Informazioni iscrizione

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite carta di credito. Per gli enti locali è sufficiente che pervenga entro i tempi previsti copia della determina di impegno di spesa.
Eventuali rinunce dovranno essere comunicate alla Segreteria organizzativa entro una settimana dalla data dell'evento.
Successivamente a tale data verrà trattenuto il 75% della quota di partecipazione, salvo indicazione di altro partecipante. Se la comunicazione avviene entro 48 h dal corso, verrà trattenuto il 100% dell'importo versato.